UDC Abruzzo

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Lavoro. De Laurentiis: subito un confronto serio col Governo

E-mail Print PDF

“La notizia della messa in cassa integrazione di 1.600 lavoratori della Micron è una ulteriore prova di ciò che oramai e, purtroppo da tempo, sto dichiarando. Ci troviamo di fronte ad una crisi profonda, ad una crisi economica e strutturale della nostra regione che sta travolgendo pezzi importanti del nostro sistema industriale che rischia di espellere, dal ciclo produttivo, migliaia di lavoratori. Di fronte a questo sfacelo non si può rimanere inerti _ dichiara De Laurentiis _ Chi ha responsabilità, mi riferisco soprattutto ai candidati dei due blocchi di potere  e dunque alle diverse  maggioranze di governo regionale e  centrale, deve attivarsi subito per un confronto serio con il Governo, per mettere in campo una serie di provvedimenti che prevedano misure a sostegno delle nostre aziende e per i nostri lavoratori. E’ questa una crisi unica nella nostra storia che non ha precedenti all’interno del sistema Italia, dobbiamo purtroppo considerare che siamo una regione particolare con una specificità anche in questa crisi. Ed è per questo che dobbiamo chiedere con forza, al di là delle passerelle cui abbiamo assistito in questi giorni a Pescara e dei tanti battibecchi tra i leader della destra e della sinistra, che si mettano in piedi seriamente e concretamente cose che vadano a sostenere misure a sostegno delle aziende, dei lavoratori e delle infrastrutture. Conclude il leader regionale Udc: “Guardate che se perdiamo ancora giorni e aspettiamo la conclusione della campagna elettorale, caso mai si faccia un nuovo governo regionale,  significa che saremmo arrivati a fine gennaio e ai primi di febbraio perdendo probabilmente per  strada ulteriori pezzi del nostro sistema industriale. Soprattutto, ai lavoratori che sono già in difficoltà oggi, se ne aggiungeranno molti altri. Su questo non mi voglio rassegnare e torno a chiedere con forza, tenacia e determinazione che ci sia subito un confronto serio per la definizione delle misure a sostegno delle nostre aziende e dei nostri lavoratori.  

Ufficio stampa
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
telefono: 327 3528092
Blog del candidato presidente De Laurentiis : www.2008abruzzovoltapagina.wordpress.com

 

La riforma della scuola non può passare con un decreto legge

E-mail Print PDF

“Vogliamo ascoltare le idee e le proposte di chi vive la scuola ogni giorno, perché solo con il confronto e il dialogo con tutti i soggetti coinvolti si può pensare di attuare un progetto di riforma condiviso e non aprioristicamente contestato _ dichiara il candidato Presidente Udc per la Regione Abruzzo Rodolfo De Laurentiis a margine della tavola rotonda Tra riforma e contestazione. La Scuola che vogliamo “Una riforma della scuola che sia organica e funzionale ad un reale progetto di sviluppo della qualità dell’istruzione non può e non deve essere affidata ad un decreto legge che, per il suo carattere d’urgenza, non permette un’adeguata riflessione e un adeguato coinvolgimento di tutti gli operatori del sistema istruzione _ continua il leader regionale Udc _ Ciò che va sotto il nome di Riforma Gelmini altro non è che una serie di provvedimenti tesi a recuperare fondi, tagliando in un settore, quello dell’istruzione e della formazione, che avrebbe bisogno, invece, di maggiori investimenti. La contrazione delle risorse finanziarie per il sistema educativo (le cosiddette “economie” indicate nel citato piano applicativo dell’articolo 64 del DL 112/2008) è pesantissima e avviene in presenza di un rapporto tra spese per l’istruzione e la formazione e Prodotto interno lordo (Pil) tra i più sfavorevoli in ambito europeo: ciò significa che si investe meno e male! Il ministro Gelmini dice di voler promuovere merito e qualità, ma calando la scure dei tagli si comporta come la dea bendata che ignora completamente chi e cosa va a colpire”.
L’operato del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini è stato già più volte contestato sia dagli studenti di ogni ordine e grado di scuola, sia dagli insegnanti che dal personale non docente. De Laurentiis, nell’agenda delle priorità non manca di iniziative e progetti a sostegno della scuola e dell’Università e gli interventi dell’on. Beniamino Brocca, responsabile scuola Udc, ne sono la prova lampante.

 

 

De Laurentiis contro interventi produttivi dannosi per l'ambiente e la salute dei cittadini

E-mail Print PDF

“Sono contro gli interventi produttivi che mettono a rischio la salute e le risorse naturali del nostro Abruzzo. Dalle province di Chieti e Pescara a quelle di l’Aquila e Teramo, la minaccia di impianti inquinanti e attività produttive tossiche è reale, purtroppo!_ dichiara il candidato Presidente Udc Rodolfo De Laurentiis,  appena dopo il confronto tenuto alla Coldiretti, ad Avezzano _ A Sulmona, in provincia dell’Aquila, ad esempio, centinaia di ettari di terreno, circa 400 mq di superficie, potrebbero essere trasformati in cava e cementificio. Nella stessa area è prevista la realizzazione di un inceneritore di rifiuti ospedalieri che occuperà una superficie di circa 5 mila metri quadri e ancora, a poca distanza, altri 56 mila mq sarebbero da destinare all’industria chimica per la produzione di silicio policristallino, sostanza tossica e pericolosa. Tutto questo all’ingresso dei Parchi _ continua De Laurentiis _ Noi combattiamo affinché il valore ambientale e paesaggistico di questa terra sia riconosciuto non solo a parole ma a fatti, per uno sviluppo appropriato dei territori da considerare e programmare in base alle loro vocazioni naturali e specificità. Invece l’ultima amministrazione Regionale, di sinistra, non ha fatto nulla per scoraggiare progetti devastanti come quelli in atto nelle nostre 4 province. E’ questo un esempio della contraddittorietà della politica degli ultimi governi regionali perché da una parte hanno sempre sostenuto l’idea dell’Abruzzo regione verde d’Europa e dall’altra sostengono provvedimenti del genere che vanno a distruggere le risorse ambientali. Così come l’amministrazione del Comune di Sulmona, in mano alla Pdl, nonostante si dica contraria alla cava e al cementificio, non fa nulla di concreto per opporsi al progetto, facendo scadere i termini utili per contrastare la grande cava che la multinazionale Lafarge vuole aprire nell’area di Case Pente, attigua al terreno dove è prevista la realizzazione di  un’altra cava, un cementificio, lo conferma il comitato dei cittadini Peligni. Ad  Ortona, in provincia di Chieti e ancora in Marsica la minaccia è quella di realizzare altri centri per idrocarburi e una centrale di Biomasse, nell’ex zuccherificio di Celano (Aq). Nell’entroterra abruzzese la crisi economica è fin troppo sentita e qualcuno crede che per risolvere questioni come la disoccupazione, una percentuale che supera in valle Peligna il 30% della popolazione, basti portare un impianto industriale di qualsiasi genere, senza considerarne l’impatto ambientale e le conseguenze negative sulla salute degli abruzzesi. Per la salvaguardia dell’ambiente saremo protagonisti di una iniziativa in ambito europeo per la quale si preveda una fiscalità di vantaggio per le regioni che, come la nostra, tutelano tanta parte del proprio territorio. L’Abruzzo è disseminato di scelte contraddittorie fatte dai due blocchi di potere, scelte devastanti rispetto alle quali, finora, non abbiamo mai visto politiche di valorizzazione” conclude il leader regionale dell’Udc.

Ufficio stampa
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
telefono: 327 3528092
Blog del candidato presidente De Laurentiis : www.2008abruzzovoltapagina.wordpress.com

 

Agenda De Laurentiis, mercoledì 10 dicembre 2008

E-mail Print PDF

● Ore  09.00, Avezzano e provincia dell’Aquila

Incontri elettorali

● Ore 15.00, Avezzano (Aq)

Conferenza stampa con il Segretario Nazionale Udc Lorenzo Cesa, presso la sede dell’Udc, in via Trento n°  25.  

● Ore16.00, Tv1 Pescara

Rodolfo De Laurentiis, candidato Presidente dell’Udc per la regione Abruzzo, interviene ad un programma televisivo dell’emittente Tv1. 


● Ore 19.40, Chieti

Incontro elettorale  con Liberato Aceto,  presso il ristorante Aceto di Chieti.  

● Ore 20.00, Trasacco (Aq)

Cena elettorale con il Segretario Nazionale Udc Lorenzo Cesa, il Segretario Udc della Provincia dell’Aquila Vincenzo Retico e il candidato Presidente Udc, per la Regione Abruzzo,  Rodolfo De Laurentiis. Saranno presenti gli iscritti, i simpatizzanti, i candidati, gli elettori e le elettrici dell’Udc.
 

Linea diretta con il candidato presidente Udc per la regione Abruzzo 327 35 28 092

 

Ufficio stampa
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
telefono: 327 3528092
Blog del candidato presidente De Laurentiis : www.2008abruzzovoltapagina.wordpress.com

 

De Laurentiis: basta con le false promesse

E-mail Print PDF

“Ieri, mentre noi dell’Udc , insieme al Presidente Pier Ferdinando Casini, eravamo tra i lavoratori delle aziende in crisi della Val di Sangro, il Presidente Berlusconi faceva shopping per le vie del Centro di Pescara . In quella circostanza ha dichiarato che non è vero che sono stati cancellati 250 milioni di euro a favore delle infrastrutture abruzzesi _ dichiara il candidato Presidente Udc per la regione Abruzzo Rodolfo de Laurentiis _ Sono convinto che Berlusconi non è stato informato dal suo candidato, visto che, nemmeno da quest’ultimo, sa di quello che è successo negli ultimi tempi in Abruzzo. Sono stati cancellati questi soldi dal suo Governo e il tentativo di ripristinare quei fondi a favore delle infrastrutture abruzzesi, attraverso alcuni emendamenti alla Finanziaria in discussione alla Commissione Bilancio del Senato, è fallito di fronte all’ostilità del Governo e della maggioranza della Pdl, tra cui alcuni parlamentari abruzzesi che hanno votato contro questi emendamenti _ continua il leader regionale dell’Udc _ Il Governo e questi parlamentari hanno votato contro l’Abruzzo. La nostra regione non ha bisogno delle solite furbizie, quelle tipiche del periodo elettorale a cui sta ricorrendo la Pdl, ma abbiamo bisogno di risposte chiare, concrete e certe. Le promesse,  quando rimangono tali, come sta avvenendo oggi in regione, non leniscono né la crisi economica-sociale della nostra terra, né tantomeno possono ridare speranza alle centinaia di lavoratori che rischiano il posto di lavoro e alle loro famiglie che non riescono più a guardare al futuro con ottimismo e speranza. Di fronte alla crisi che sta attraversando la regione, il governo centrale e il governo regionale, ancora in carica, dovrebbero lavorare, a nostro avviso, ad un pacchetto di misure di sostegno alla nostra economia. Mi sembra di capire però che all’orizzonte ci sia la solita “politica politicante” che non riesce a provare alcuna sensibilità e attenzione ai problemi della gente d’Abruzzo” conclude De Laurentiis       


Ufficio stampa
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
telefono: 327 3528092
Blog del candidato presidente De Laurentiis : www.2008abruzzovoltapagina.wordpress.com
  

 


Page 3 of 22