UDC Abruzzo

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Udc incontri. Casini il 28 novembre a Montesilvano (Te)

E-mail Print PDF

● Alle 21.30 Montesilvano (Pe)

Pier Ferdinando Casini, leader nazionale Udc, Rodolfo De Laurentiis, candidato Presidente Udc per l'Abruzzo e Walter Cozzi, candidato consigliere, incontreranno iscritti Udc, simpatizzanti e i cittadini abruzzesi, presso il parco Acqua Splash Disco di Montesilvano (Pe).

 

De Laurentiis incontra gli operatori del turismo open air

E-mail Print PDF

Il candidato presidente sarà domani (28 novembre) a Martinsicuro (Te)

Domani alle ore 17, a Martinsicuro (Te), gli operatori turistici incontrano il candidato presidente Udc per la Regione Abruzzo, Rodolfo De Laurentiis. In via Roma, al numero civico 318, sede dell'associazione Faita (Federcamping) l'on. De Laurentiis parlerà con il Presidente Faita, Giuseppe Delli Castelli, di "Turismo come vera risorsa dell'Abruzzo". E' questo un punto importante del programma che il candidato presidente vuole sviluppare assieme alle diverse imprese del settore: "La Regione con le sue risorse naturali, i suoi parchi, con le sue ricchezze paesistiche e architettoniche, deve sviluppare la capacità di attrazione per i tanti cittadini europei che hanno bisogno di un'alternativa alle grandi aree metropolitane_ dichiara De Laurentiis che annuncia, per il settore, una iniziativa in ambito europeo che prevede una fiscalità di vantaggio per le regioni che, come l'Abruzzo, tutelano tanta parte del proprio territorio _Gli imprenditori che gestiscono campeggi, villaggi turistici e provvedono alla promozione di questo tipo di ricettività sono un punto chiave per raggiungere sul serio i nostri obiettivi e per il rilancio del turismo abruzzese". Il candidato Presidente  Rodolfo De Laurentiis punta sul turismo insieme al Presidente della Faita Giuseppe Delli Castelli, al segretario Ferdinando Iustini e ai rappresentanti delle varie aziende che operano nel settore.  

 

La sua presenza è particolarmente gradita

 

Allarme povertà, De Laurentiis incontra Di Cesare (Cgil)

E-mail Print PDF

"Troppo divario tra ricchie e poveri. Per superare la crisi occorre coesione"

“Le difficoltà economiche del Paese che si accentuano ancora di più nella nostra regione, unica tra quelle italiane a decrescere in termini di Pil, sta producendo un ulteriore divario tra le fasce della popolazione più ambienti e quelle che soffrono di più il disagio. Occorre svolgere una politica attiva di coesione sociale che riesca a ricollegare un tessuto sociale in grande difficoltà qual è quello abruzzese” sono queste le parole del candidato Presidente Udc per la Regione Abruzzo Rodolfo De Laurentiis dopo l’incontro tenuto stamani a Pescara nella sede della Cgil con il Segretario regionale Gianni Di Cesare. “ Il modello di sviluppo per l’Abruzzo deve essere il frutto di scelte condivise tra tutti coloro che rappresentano legittimamente strati importanti della società abruzzese e che devono essere coinvolti come protagonisti nel processo di ricostruzione della nostra regione dove le ragioni della competitività, dell’efficienza, della meritocrazia e della trasparenza vanno coniugate con nuove politiche attive di solidarietà _ continua l’on. De Laurentiis _  il nostro compito sarà quello di lavorare a ricucire le tante divisioni, le tante contrapposizioni così presenti nel tessuto sociale abruzzese che impediscono, in un momento di grande difficoltà, di far convergere tutte le risorse migliori, le intelligenze, la voglia di lavorare degli abruzzesi verso un unico obiettivo: La ricostruzione dell’Abruzzo nell’interesse degli abruzzesi”. Conclude il candidato presidente dell’Udc: “Ora gli abruzzesi hanno la possibilità di voltare pagine e di cancellare la politica degli ultimi due governi regionali che invece di lenire queste disuguaglianze le ha accentuate, che invece di far crescere lo sviluppo lo ha fatto diminuire. Vogliamo dare rappresentanza legittima a tutti i cittadini abruzzesi che, come noi, ritengono che la politica debba avere un alto profilo e un ruolo diverso che incida concretamente e positivamente sulla qualità della vita in questa nostra terra”.

Ufficio stampa

Trozzi (cell. 327 35 28 092)

 

Casini a Sulmona

E-mail Print PDF

Il leader nazionale dell'udc Pierferdinando Casini domani, sabato 22 novembre alle ore 19.30, sarà a Sulmona (Aq), presso l'aula consiliare della città peligna. Ad accompagnare il leader dell'Udc non mancherà il Candidato Presidente Udc per la Regione Abruzzo Rodolfo De Laurentiis e il Candidato Consigliere Pietro Centofaniti. La visita del leder nazionale è l'occasione per trattare la crisi occupazionale che ha colpito duramente l'entroterra abruzzese. "Occorrerà definire gli incentivi sia per quanto riguarda il credito per l’innovazione, sia per l’accesso ai mercati che per la formazione professionale continua nell’ottica dello sviluppo delle economie delle aree disagiate" insieme alla riduzione delle tasse (Irap), sono i primi interventi indicati dal candidato presidente De Laurentiis per garantire maggiore occupazione, ripresa e sviluppo per l'Abruzzo. Se ne parlerà domani a Sulmona, in aula consiliare con il leader Casini.

Ufficio stampa
Trozzi (cell. 327 35 28 092)

 

Istituzione del Tavolo di crisi in Val di Sangro

E-mail Print PDF

DE LAURENTIIS: UN PROGRAMMA PER  SUPERARE LA CRISI

Nell’agenda politica dei candidati alle elezioni regionali finisce la proposta di istituire un Tavolo di crisi tra istituzioni, industriali e sindacati per affrontare le problematiche occupazionali in Val di Sangro. L’iniziativa è stata promossa dal sindaco di Fossacesia e dirigente nazionale dell’Anci, Enrico Di Giuseppantonio e dal sindaco di Atessa e presidente dell’Associazione Enti Locali del Sangro Aventino, Nicola Cicchitti. “La Val di Sangro è la punta di diamante della economia industriale abruzzese e la crisi occupazionale nel settore metalmeccanico che colpisce le famiglie dei lavoratori del comparto mette davvero a dura prova quest’area. La questione è una priorità irrinunciabile da affrontare nel prossimo governo regionale. Al più presto, con interventi mirati e risposte concrete _ Rodolfo De Laurentiis, candidato Presidente della Regione Abruzzo per l’Udc - Udeur interviene nel dibattito che in questi giorni sta coinvolgendo sindacati e amministratori locali, preoccupati delle ripercussioni negative della crisi mondiale del settore auto. “Abbiamo un progetto chiaro che metterà a fattor comune risorse, strumenti programmatori di derivazione comunitaria e nazionale. Occorrerà definire gli incentivi sia per quanto riguarda il credito per l’innovazione, sia per l’accesso ai mercati che per la formazione professionale continua nell’ottica dello sviluppo delle economie delle aree disagiate. Puntiamo alle infrastrutture per crearne di nuove e sistemare quelle già esistenti. Dobbiamo porre grande attenzione alla realizzazione di una fiscalità regionale flessibile e superare le competenze diffuse in materia di sviluppo economico per creare un unico soggetto privatistico che accorpi le diverse funzioni ed i diversi organismi, come ad esempio consorzi industriali, distretti, Fira. Gli obiettivi sono sostenere il processo di internazionalizzazione delle imprese, favorire la commercializzazione dei prodotti, avviare credito agevolato soprattutto alle piccole e medie imprese (PMI), sviluppo ed innovazione tecnologica; marketing strategico per attirare altri investimenti, altre risorse per far nascere nuove imprese. Occorre recuperare il gap infrastrutturale che separa l’Abruzzo dalle altre regioni del Centro Nord. Per sostenere l’occupazione inoltre è necessario sostenere la formazione delle risorse umane in sintonia con i bisogni del mercato e quindi delle imprese. E’ indispensabile però un impegno serio delle istituzioni e della Regione che dovrà guidare i lavori del tavolo di crisi richiesto dai sindacati e promosso dai primi cittadini Di Giuseppantonio e Cicchitti_ conclude De Laurentiis _ Per i precari che non saranno riconfermati sarà ancora più difficile affrontare gli ultimi mesi dell’anno. Per gli altri lavoratori, nel periodo delle festività natalizie ci sarà il ricorso alle ferie forzate e in alcuni casi alla cassa integrazione. La gente è preoccupata e noi con loro. Il vento della crisi soffiava da tempo, ma nessuno si è premunito di ascoltare le ragioni dei lavoratori, né quelle delle imprese  L’Abruzzo ha bisogno di una risposta alle incertezze sul futuro occupazionale e l’Udc è pronta a dare valore a questa nostra terra”.

 


Page 5 of 22