UDC Abruzzo

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Allarme povertà, De Laurentiis incontra Di Cesare (Cgil)

E-mail Print PDF

"Troppo divario tra ricchie e poveri. Per superare la crisi occorre coesione"

“Le difficoltà economiche del Paese che si accentuano ancora di più nella nostra regione, unica tra quelle italiane a decrescere in termini di Pil, sta producendo un ulteriore divario tra le fasce della popolazione più ambienti e quelle che soffrono di più il disagio. Occorre svolgere una politica attiva di coesione sociale che riesca a ricollegare un tessuto sociale in grande difficoltà qual è quello abruzzese” sono queste le parole del candidato Presidente Udc per la Regione Abruzzo Rodolfo De Laurentiis dopo l’incontro tenuto stamani a Pescara nella sede della Cgil con il Segretario regionale Gianni Di Cesare. “ Il modello di sviluppo per l’Abruzzo deve essere il frutto di scelte condivise tra tutti coloro che rappresentano legittimamente strati importanti della società abruzzese e che devono essere coinvolti come protagonisti nel processo di ricostruzione della nostra regione dove le ragioni della competitività, dell’efficienza, della meritocrazia e della trasparenza vanno coniugate con nuove politiche attive di solidarietà _ continua l’on. De Laurentiis _  il nostro compito sarà quello di lavorare a ricucire le tante divisioni, le tante contrapposizioni così presenti nel tessuto sociale abruzzese che impediscono, in un momento di grande difficoltà, di far convergere tutte le risorse migliori, le intelligenze, la voglia di lavorare degli abruzzesi verso un unico obiettivo: La ricostruzione dell’Abruzzo nell’interesse degli abruzzesi”. Conclude il candidato presidente dell’Udc: “Ora gli abruzzesi hanno la possibilità di voltare pagine e di cancellare la politica degli ultimi due governi regionali che invece di lenire queste disuguaglianze le ha accentuate, che invece di far crescere lo sviluppo lo ha fatto diminuire. Vogliamo dare rappresentanza legittima a tutti i cittadini abruzzesi che, come noi, ritengono che la politica debba avere un alto profilo e un ruolo diverso che incida concretamente e positivamente sulla qualità della vita in questa nostra terra”.

Ufficio stampa

Trozzi (cell. 327 35 28 092)